Enjoy the little things.

Si rinasce sempre. Un po’ per volta, lentamente oppure urlando come bestie feroci. Ma si rinasce, sempre. La vita nella sua perfetta imperfezione ti semina sempre nuove oppurtunità davanti agli occhi e parecchie uscite di emergenza ai lati.

Sta a noi cogliere l’attimo per fare quel passo in avanti e buttare le gambe più avanti del cuore oppure indugiare nella smelensa nostalgia dei tempi andati, fottutamente come dovevano andare. E io scelgo me. Tu camminami vicino se vuoi, ma io scelgo me. Smetto di cercarmi e inizio a crearmi.

Mi accorgo che rido mentre mi fotografi. E dovrei piangere per un sacco di motivi ma rido. Questa risata senza motivo che nasce da me, non da te, io me la merito. Mi merito di dormire in un prato con la faccia che cerca il sole. Mi merito di sentire l’erba tra i piedi. Mi merito risate di cuore, mi merito il tempo della pace e non della guerra.

Mi merito di poter parlare, libera. Di poter stare in silenzio se voglio non rispondere. Mi merito di custodire i miei motivi dentro di me. Mi merito di non dovermi giustificare. Mi merito di poter camminare a testa alta perché la mia anima è pulita. E respira, finalmente.

Tra le piante, in mezzo al parco, sdraiata al sole. Mi merito il tempo del perdono, soprattutto.

La felicità muore giovane ma la solletico coi sorrisi, con le risate, coi tuoi baci. Tutta quella che posso.